Il tuffo di Lulù. Violenza assistita e come uscirne

Home
Articoli
Il tuffo di Lulù. Violenza assistita e come uscirne

Il tuffo di Lulù. Violenza assistita e come uscirne

Argomento

Violenza Assistita, Relazione genitore-figlio, Famiglia, Minorenni

Trama

Una bambina di nome Lulù, durante una gara di nuoto, ricorda la leggerezza dell’immergersi nell’acqua. L’acqua le offre il silenzio e la tranquillità che ormai le mancano da tempo, poiché nella sua casa ci sono continui rumori quando il papà torna stanco dal lavoro. Lulù si sofferma sul disagio e la paura che prova in alcuni momenti importanti della sua quotidianità familiare per le reazioni e i comportamenti denigranti che il papà ha nei confronti della mamma. Tuttavia percepisce delle sensazioni contrastanti che le creano confusione, infatti, un giorno riesce a star bene con il suo papà e il giorno dopo ne ha paura. Questa situazione spinge Lulù ad allontanarsi dai suoi amici che continuano a raccontarle tutto ciò che di bello fanno con le loro famiglie. Lei è stanca di inventare poiché ha sempre meno cose belle da raccontare. Un giorno però la mamma trova il coraggio di andare via e porta con sé Lulù. Nella loro nuova casa incontrano una signora che tutti chiamano “operatrice” che le accompagna verso un percorso di vita più leggero.

Tipo

Spot

Autore/Editore Video

DiRe Donne in rete contro la violenza

Durata

5:53

URL d'Origine

https://youtu.be/Al7-qXhgp1A

Lingua

Italiano

Sottotitoli

Nessuno

Giudizio

Valutazione Complessiva:
5
/5
Qualità nella trattazione del Tema:
5
/5
Efficacia Comunicativa:
5
/5
Qualità tecnica del Video:
5
/5
Il sito utilizza cookie per garantire un'esperienza ottimale. Cliccando su "accetta" acconsenti al loro uso
Scrivi un Messaggio
Scrivi un Messaggio
Accetto la Privacy Policy
L'invio del tuo messaggio è andato a buon fine.

Siamo lieti che tu ci abbia scritto! A breve il messaggio sarà visionato dallo Staff del Centro Studi. Ti risponderemo quanto prima.

Cordiali saluti, la Tutor del Centro Studi, dr.ssa Carmela Carotenuto.
Oops! Qualcosa è andato storto!