L'affidamento familiare Apg23

Home
Articoli
L'affidamento familiare Apg23

L'affidamento familiare Apg23

Argomento

Affidamento familiare, famiglia

Trama

Rosaria, del servizio affido dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, spiega quanto sia importante la presenza, oltre che del servizio nei riguardi di quelle famiglie in difficoltà, anche delle comunità o associazioni che si occupano in prima linea di accoglienza. L’associazione APG23 ha come obiettivo, oltre che la sensibilizzazione all’affido, anche quello di sostenerlo e supportarlo in tutto il percorso. Le famiglie seguono un corso in cui vengono mostrati gli aspetti importanti dell’affido anche mediante la testimonianza di altre famiglie affidatarie. Il percorso di conoscenza e di valutazione della disponibilità all’affido affrontato dalle famiglie è importante, come viene spiegato da Milena Scarpelli del Servizio affido ASL Rimini, in quanto esso serve per comprendere le motivazioni che hanno spinto queste famiglie a candidarsi, carpire le risorse e i limiti di queste ultime per arrivare poi a definire per quale minore l’esperienza dell’affido presso quella determinata famiglia può risultare positiva. Tamara Zangheri, Coordinatrice del gruppo affido ASL Rimini, spiega che, nel concreto, si individua la famiglia affidataria che risulta essere quella più idonea per quella determinata situazione di affido, si procede poi a contattare tale famiglia per richiederne poi la disponibilità così da procedere con il progetto di affido familiare.

Nel percorso di conoscenza e di valutazione le famiglie sono seguite mediante colloqui, fatti con uno psicologo, che hanno come obiettivo, come viene illustrato da Elisa Migani (Psicologa ASL Rimini), quello di armonizzare e di mettere insieme le riflessioni e i contributi di tutti gli attori coinvolti sia grandi che piccoli, per esaminare i punti di forza e di fragilità di quel nucleo familiare.

Durante il percorso di affido le famiglie vengono sostenute da un gruppo di sostegno a cadenza mensile in cui si ha la possibilità di confrontarsi sulla quotidianità e sulle difficoltà che si possono affrontare con i bambini affidatari. Sono presenti, quindi, dei gruppi di auto-aiuto che si incontrano durante l’anno, organizzano delle cene e condividono la propria esperienza.

Jerry e Grazia raccontano, insieme al figlio naturale e alle figlie affidatarie, la loro esperienza come famiglia affidataria.

L’affidamento è importante perché permette ai bambini di poter essere rigenerati nell’amore.

Tipo

Testimonianza

Autore/Editore Video

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII – Canale youtube FabioAly

Durata

10:37

URL d'Origine

https://youtu.be/TkxP6bSjAEk

Lingua

Italiano

Sottotitoli

Italiano

Giudizio

Valutazione Complessiva:
5
/5
Qualità nella trattazione del Tema:
5
/5
Efficacia Comunicativa:
5
/5
Qualità tecnica del Video:
5
/5
Il sito utilizza cookie per garantire un'esperienza ottimale. Cliccando su "accetta" acconsenti al loro uso
Scrivi un Messaggio
Scrivi un Messaggio
Accetto la Privacy Policy
L'invio del tuo messaggio è andato a buon fine.

Siamo lieti che tu ci abbia scritto! A breve il messaggio sarà visionato dallo Staff del Centro Studi. Ti risponderemo quanto prima.

Cordiali saluti, la Tutor del Centro Studi, dr.ssa Carmela Carotenuto.
Oops! Qualcosa è andato storto!